Lasciamo Chios alle spalle dopo quasi una settimana trascorsa in tranquillità e buona compagnia nel capoluogo dell’isola.
Oltre alla città principale, abbiamo avuto modo di visitare il sud, la Regione della Mastica, e i suoi villaggi medioevali: Pyrgi, Olimpi e Mesta. Questi villaggi sono caratteristici per la bellezza delle facciate delle case,  decorate con disegni geometrici scolpiti sui muri con la tecnica del « graffiato » e poi dipinti. Il tempo qui sembra essersi fermato, lontano anni luce dalla realtà del capoluogo dell’isola dove tanti locali alla moda popolano il lungomare, affollati ad ogni ora del giorno e della notte da frotte di giovani e studenti universitari.  A Pyrgi, Olimpi e Meste osserviamo le stesse scene di vita quotidiana: le donne, sedute in piccoli gruppi all’ombra sulla soglia di casa, ricamano o lavorano il mastice (nel prossimo post vi spiegheremo cos’é); gli uomini (quelli che non sono seduti ai tavolini del bar della piazza a bere …) percorrono le stradine in groppa all’asino di ritorno dalla campagna.
Qualche dato pratico.
Abbiamo affittato la macchina in un’agenzia di viaggi sul lungomare di Chios, 25 euro al giorno, la proprietaria é francese e parla anche inglese. Ecco i dati di contatto: 2 Leoforos Aiggaiou, 82100 Chios. Telefono +30 2271026743 email mano2@otenet.gr www.infochios.com